Spettacolo teatrale: “I bambini e la Shoah”

Reading teatrale con la Compagnia Teatrale “Gli Instabili” di Torino, regia di Anna Perrini Voci recitanti: Sergio Donna, Anna Perrini, Andrea Tartari.

Stacchi musicali di Beppe Novajra, direttore artistico, riduzione dei testi a cura di Anna Perrini con Sergio Donna, Anna Perrini, Andrea Tartari (voci recitanti) e Beppe Novajra (voce e chitarra), a cura di Monginevro Cultura, Associazione Culturale Torinese no Profit.

Il dramma della Shoah vissuto e visto dalla parte dei bambini ebrei. Testimonianze di sopravvissuti e di scampati ai rastrellamenti.
La tragedia delle Leggi Razziali varate nel 1938 e dei crimini dei nazisti e dei collaborazionisti fascisti e repubblichini, ricostruita attraverso letture di racconti, documenti, ricordi ed esperienze dirette di chi, ragazzino o bambino, aveva vissuto quegli anni terribili.
…Una mattina di ottobre la nostra maestra salì in cattedra e ci fece un lungo discorso di cui compresi abbastanza poco.
Ci raccontò che esistevano razze diverse, alcune buone, altre meno; che l’Italia aveva conquistato l’Impero, ma che molte forze oscure insidiavano il glorioso cammino del Paese; che tra i nemici della Patria ve n’erano alcuni in mezzo a noi, gli ebrei, che andavano isolati. Insistette due o tre volte sul concetto di “nemici della Patria”.
Poi prese il registro, chiamò il mio nome e disse: “Bassi, esci dalla classe!”. La bidella, avvisata, mi accompagnò in cortile: mi disse comunque di aspettare la fine delle lezioni, perché mi dovevano venire a prendere. Mi ritrovai nel grande cortile assolato della Diaz, sola, e scoppiai a piangere.

1938 – 1948 Dalle Leggi razziali alla Costituzione.

Una serata per riflettere insieme: dalla discriminazione alla tutela dei diritti.

PROGRAMMA

h. 18.30 – GSE
“LE SCUOLE EBRAICHE DI TORINO TRA IL 1938 E GLI ANNI DEL DOPOGUERRA”
Con la partecipazione di Cristina Bonino, Bruno Maida, Rav. Ariel Di Porto, dei ragazzi della Scuola ed una testimonianza di Riccardo Levi e di Elena Vita Finzi; in chiusura un piccolo rinfresco per giovani ed adulti.

h. 19.30 Break con rinfresco

h.20.30 – As.S.E.T.
“UMBERTO TERRACINI – LEZIONE RECITATA”
La compagnia Marco Gobetti porta in scena “Umberto Terracini. La politica come partecipazione collettiva e difesa dell’autonomia individuale”.Recita Marco Gobetti, Testi di Leonardo Casalino.
Contributo per lo spettacolo: € 5,00

Gli ebrei nell’Italia fascista. Vicende, identità, persecuzione

Presentazione del libro di Michele Sarfatti (Einaudi, 2007; edizione definitiva, 2018)

Gli ebrei, negli anni del fascismo, videro le loro identità e le loro vite progressivamente limitate, sopraffatte, annientate. Alla vigilia del ventennio essi costituivano una minoranza pienamente integrata nella vita nazionale, con proprie caratterizzazioni che venivano riconosciute dal Paese. La svolta politica del 1922 segnò una profonda cesura col periodo precedente, portanto al potere un’Italia gretta, ultranazionalista, sempre più “cattolicista” e aperta agli antiebraismi connessi. Questo libro narra la storia della vita e della persecuzione degli ebrei negli anni che vanno dalla “marcia su Roma” alla definitiva vittoria degli eserciti alleati e dell’insurrezione partigiana.

Intervengono, assieme all’Autore: Giulio Disegni, Fabio Levi, Guido Neppi Modona, Alessandro Vivanti

 

Nell’80° anniversario dell’emanazione delle leggi, il percorso proposto si snoda tra Piazza Carlina, la zona dell’ex ghetto ebraico, piazzetta Primo Levi, dove ha sede la Sinagoga, e l’ex Orfanotrofio israelitico, in via Lombroso 13. Saranno anche raccontate le storie, attraverso le Stolpersteine (pietre d’inciampo) che si incontreranno lungo la passeggiata, di due uomini ebrei: Silvio e Salvatore Segre.
Costo: 7,00€ a persona. Ritrovo in Piazza Carlina, al centro, vicino al monumento.
Il percorso fa parte del programma di Gran Tour. Prenotazione obbligatoria sul sito di Abbonamento Musei.

La proiezione del filmato Il duce a Trieste, 18 settembre 1938, curata dall’Ancr, fa parte della rassegna cinematografica “Cinema e leggi razziali. A 80 anni dalle leggi razziali”. Intervengono Bruno Maida e Cecilia Pennacini

 

 

 

LE LEGGI RAZZIALI DEL 1938. Convegno all’Accademia delle scienze

Sala dei Mappamondi

19-20 novembre 2018

A 80 anni dalla promulgazione delle leggi razziali, l’Università di Torino e la Comunità Ebraica di Torino organizzano un convegno storico di alto livello per tentare di definire il contesto politico, sociale, culturale in cui nacque l’infame provvedimento.

Lunedì 19 novembre, ore 15.00

Alberto Piazza, Accademia delle Scienze
La scienza contemporanea e le ceneri del razzismo 

Massimo L. Salvadori, Accademia delle Scienze
Le radici storiche del razzismo in Italia e nel mondo

Saverio Gentile, Università Cattolica del Sacro Cuore
Le premesse della campagna razziale nell’Italia fascista

Michele Sarfatti, Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano
Le leggi razziali e la loro applicazione

Martedì 20 novembre, ore 9.00

Francesco Traniello, Accademia delle Scienze

Le risposte della Chiesa

Annalisa Capristo, Centro Studi Americani

Le reazioni degli ambienti accademici italiani

Fabio Levi, Direttore Centro Internazionale di Studi Primo Levi
Le risposte della società italiana (1938-1945)

Guido Neppi Modona, Università di Torino
Prospettive di ricerca sul coinvolgimento delle istituzioni e di enti esponenziali della società civile

Gian Savino Pene Vidari, Accademia delle Scienze

La legislazione antiebraica del 1938-39 in Piemonte nel campo dell’istruzione e dell’avvocatura

E’ previsto un intervento del Socio Paolo Valabrega dal titolo “Mathematics knows no races (D. Hilbert, 1928): la comunità matematica italiana fu una delle più colpite dalle leggi razziali”

La Storia e le storie.
Testimonianze inedite sulla persecuzione degli Ebrei in Piemonte dalle carte dell’Archivio Terracini.
In occasione dell’ottantesimo anniversario delle leggi razziste del 1938, l’Archivio Ebraico Terracini organizza un ciclo di incontri dedicati alle sue carte: cinque percorsi attraverso un patrimonio inedito e di grandissimo interesse che contribuisce a documentare un periodo storico ancora in parte da conoscere.

Nell’ambito di questi appuntamenti, incontri organizzati dall’Archivio per valorizzare le proprie carte relative alle discriminazioni seguite alla promulgazione delle leggi razziste: Chiara Pipino, Franca Varallo e Fabio Levi ricostruiranno la storia dei beni sequestrati, confiscati e trafugati nelle Comunità ebraiche piemontesi.

 

1938-2018: a ottan’anni dalle leggi razziali – “Francamente razzisti”

Presentazione del libro di Claudio Vercelli, Francamente razzisti. 1938: storia e memorie delle leggi razziali, Edizioni del Capricorno, 2018. Insieme all’autore ne discuteranno Dario Disegni (Presidente della Comunità Ebraica di Torino), Alberto Sinigaglia e Federica Tabbò (Museo diffuso della Resistenza di Torino).