Due Chiacchiere in Famiglia: la Comunità torna un po’ in presenza

Relax, cibo e chiacchiere. Un po’ di persone sono tornate a visitare le mura del Centro Sociale.

Domenica 7 novembre le famiglie con bambini piccoli e ragazzi giovani hanno partecipato a una iniziativa della Commissione Rapporti con gli Iscritti e con il coordinamento di Claudia Abbina.

I bambini con l’aiuto di Beatrice e Carlotta Hirsch e di Nadir Nsongan hanno giocato e fatto attività mentre i genitori si sono goduti la giornata in compagnia.

Circa 70 fra adulti e piccoli hanno partecipato all’attività, rispettando tutte le normative anti-Covid; alcuni dei presenti erano famiglie israeliane residenti a Torino da parecchi anni.

 

Una luce accesa in ricordo della violenza

Una luce accesa in tutte le sinagoghe e in tutti i luoghi ebraici d’Italia e un momento dedicato allo studio della Torah.
Questo è stato l’invito rivolto martedì 9 novembre 2021 dall’UCEI alle 21 Comunità distribuite su tutto il territorio nazionale.

Un gesto di Memoria nel giorno in cui si ricordano le violenze e i morti della Notte dei Cristalli. Ma anche un messaggio di identità ebraica viva, di luci ancora accese e di testimonianza che continua a trasmettersi attraverso le generazioni nonostante i propositi di chi allora perseguiva la distruzione dell’ebraismo europeo. 

La Comunità Ebraica di Torino ha tenuto accese le luci della Sinagoga per tutta la notte, in ricordo delle violenze dei pogrom antisemiti che scoppiarono tra il 9 e il 10 novembre 1938 in Germania e Austria.

In Piemonte sono state accese le sezioni di Alessandria, Cuneo, Ivrea e delle Comunità di Casale, Vercelli e Biella.

Bando Ucei per Tecnico Informatico

l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane è alla ricerca di n.1 Tecnico Informatico che abbia maturato esperienze in campo tecnico e/o di assistenza agli utenti, con ottima conoscenza dei sistemi Microsoft e problematiche ad essi relativi.

Le domande dovranno pervenire all’UCEI entro e non oltre il 3 Novembre 2021 via mail all’indirizzo info@ucei.it  o consegnate a mano presso la sede UCEI, Lungotevere Sanzio, 9 00153 Roma.

In caso di consegna a mano gli orari di apertura della segreteria UCEI sono: Lun-Giov 8.30-16.30/Ven 8.30-13.30.

Per informazioni, contattare la Segreteria: tel. 0645542.208-217; mail: segreteria@ucei.it

https://torinoebraica.it/wp-content/uploads/2021/10/Bando-tecnico-informatico-2021.pdf

Torino, l’Aron simbolo dell’Emancipazione in viaggio verso il Meis

Venerdì 29 ottobre apre al pubblico al Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah (MEIS) di Ferrara l’esposizione “OLTRE IL GHETTO. DENTRO&FUORI”
La mostra, che sarà aperta fino al 15 maggio 2022, ripercorre la storia degli Ebrei italiani nel periodo che va dal confinamento all’interno dei ghetti all’inizio del Novecento.
La Comunità di Torino, con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Torino, la Fondazione Torino Musei e l’Archivio Ebraico Terracini, è presente in mostra con l’Aron Hakodesh attualmente collocato nella Galleria del Tempio piccolo.
Come noto, l’Aron, un tempo appartenuto a una Sinagoga del ghetto di Torino, venne donato nel 1884 dall’allora Università Israelitica di Torino alla Città e al Museo Civico di Arte Antica, dove è stato ospitato nelle collezioni di studio.
Per gentile concessione della Direzione di Palazzo Madama, l’Aron, il più antico arredo ligneo appartenuto alle Sinagoghe del ghetto torinese, è ritornato in comodato alla Comunità Ebraica di Torino per essere esposto nella Galleria del Tempio Piccolo a partire dal 12 dicembre 2010.
L’arredo ligneo è dorato e decorato con fregi e figure architettoniche che simboleggiano il Tempio di Gerusalemme: la sua origine viene fatta risalire al periodo compreso tra l’ultimo decennio del XVII e il primo del XVIII secolo, in concomitanza con l’istituzione del ghetto a Torino per volere dei Savoia.
L’Aron è stato disallestito il 26 ottobre a cura della Ditta Montenovi, sotto la supervisione di Stefania Capraro, registrar di Palazzo Madama, della restauratrice Giuliana Bordignon – che ha effettuato alcuni piccoli interventi di consolidamento – e di Baruch Lampronti per la Comunità.
Oltre alle ante dell’Aron è stata inviata al MEIS per la mostra anche una tavoletta segna-offerte proveniente dalla Sinagoga di Carmagnola e custodita presso l’Archivio Ebraico Terracini. 
Il 28 ottobre ha partecipato all’inaugurazione della mostra Rav Ariel Di Porto in qualità di Presidente della Fondazione ebraica De Levy che ha contribuito al sostegno dell’esposizione.

Locandina della Mostra “Oltre il Ghetto, Dentro & Fuori”

(Nell’immagine, il presidente del Meis Dario Disegni, il direttore del Meis rav Amedeo Spagnoletto con Sharon Reichel, Carlotta Ferrara degli Uberti e Simonetta Della Seta, curatrici assieme ad Andreina Contessa della mostra “Oltre il ghetto. Dentro&Fuori” – foto di Bruno Leggieri)

 

Libri novembre

Ebrei e capitalismo : storia di una leggenda dimenticata / Francesca Trivellato ; traduzione di Filippo Benfante e Francesca Trivellato. – Bari ; Roma : Laterza, 2021. – XII, 368 p. ; 24 cm L.II.75

Alessandro Terracini (1889-1968) : da Torino a Torino a cinquant’anni dalla morte / a cura di Alber. – Torino : Accademia delle scienze, 2020. – 164 p. : ill. ; 24 cm. L.II.64

Forse mio padre / Laura Forti. – Firenze : Giuntina, 2020. – 159 p. ; 21 cm L.II.61

Dove gli ebrei non ci sono : la storia triste e assurda del Birobidžan, la regione autonoma ebraica nella Russia di Stalin / Masha Gessen ; traduzione di Rosanella Volponi. – Firenze : Giuntina, 2021. – 218 p. : ill. ; 21 cm L.II.60

 Il cortile del mondo : nuove storie dal ghetto di Venezia / a cura di Shaul Bassi. – Firenze : Giuntina, 2021. – 287 p. ; 21 cm L.II.59

L’ebreo in bilico : i conti con la memoria fra Shoah e antisemitismo / Dario Calimani. – Firenze : Giuntina, 2021. – 153 p. ; 20 cm G.I.316

Essere un uomo / Nicole Krauss ; traduzione di Federica Oddera. – Milano : Guanda, ©2021. – 268 p. ; 22 cm L.II.67

Sotto il segno della razza : lo sterminio dei bambini : Giorno della Memoria 27 gennaio 2020 / a cura di Gianluca Attademo [et al.]. – [Milano ; Udine] : Mimesis, [2021]. – 161 p. ; 21 cm. L.II.62

Ditemi, perché tanto odio contro Israele? / Valentino Baldacci ; prefazione di Claudio Vercelli. – Firenze : Aska, 2021. – 163 p. : ill. ; 21 cm L.II.65

L’esprit européen en exil : essais, discous, entretiens (1933-1942) / Stefan Zweig ; èdition ètablie par Jacques Le Rider et Klemens Renoldher ; traduction de Jacques Le Rider. – Paris : Bartillat, 2020. – 415 p., [4] carte di tavole ; 20 cm. L..66

Levi De Veali : ricordi ed eventi che ne fanno una storia / Simona Weisz. – Torino : Editris, 2021. – 263 p. : ill. ; 21 cm L.II.68 

HaTikva : spazio e percezione nel Tanakh e in Eretz Israel / Laura Beltramo e Daniela Santus. – Torino : Nuova Trauben, 2021. – 215 p. ; 22 cm L.II.63

Perché ci siamo salvati / Claudio Bondì, Stefano Piperno ; postfazione di Alessandro Piperno. – Venezia : Marsilio, 2020. – 187 p. ; 22 cm L.II.69

Il fregio della vita / Emilio Jona. – Vicenza : Pozza, 2019. – 137 p. ; 22 cm. L.II.70

Fuori di sé / Sasha Marianna Salzmann ; traduzione dal tedesco di Fabio Cremonesi. – Venezia : Marsilio, 2019. – 347 p. ; 22 cm L.II.72

D’anima straniera : una storia di tardo autunno / Lou von Salomé ; a cura di Vincenzo Pinto. – Torino : Free Ebrei, 2021. – VII, 119 p. ; 22 cm L.II.73

Un rifugio vicino al cielo : la storia delle famiglie ebree nascoste dal 1943 al 1945 ad Ama, piccola frazione del comune di Aviatico. – [S.l.] : Silele, 2020. – 167 p. : ill. ; 21 cm L.II.74

Discutere in nome del cielo : dialogo e dissenso nella tradizione ebraica / Vittorio Robiati Bendaud, Ugo Volli. – Milano : Guerini, 2021. – 235 p. ; 21 cm L.II.75

Jewish lives matter : diritti umani e antisemitismo / Fiamma Nirenstein. – Firenze : Giuntina, 2021. – 125 p. ; 19 cm G.I.318

André Neher : apertura di Spirito, coraggio della fede / Raniero Fontana. – Villa Verucchio, [Verucchio] : Pazzini, 2020. – 136 p. ; 23 cm

Diritto ed ebraismo. Italia, Europa, Israele : sessant’anni di interventi e battaglie civili / Giorgio Sacerdoti. – Bologna : Il Mulino, 2021. – 563 p. : ill. ; 22 cm

 

Giornata Europea della Cultura Ebraica a Torino

Nuova edizione della Giornata Europea della Cultura Ebraica dedicata al tema “Dialoghi”.

A Torino servizio televisivo del TG Regione Piemonte della Rai andato in onda nell’edizione delle 19.30 del 10 ottobre.

 

Cambiamento orario

Da ottobre la biblioteca E. Artom sarà aperta su prenotazione e presentazione di green pass anche il martedì mattina. I nuovi orari sono: martedì dalle 10.00 alle 12.00 e mercoledì dalle 16.00 alle 18.00

Un anno di pace, serenità e buona salute

Volge al termine il 5781, un anno difficilissimo ed estremamente critico per l’intera umanità, caratterizzato dalla persistenza di una pandemia che tanti lutti, tanti dolori e tanti problemi ha provocato; da guerre, atti di terrorismo, migrazioni di migliaia di persone in fuga da regimi dittatoriali e feroci; da disastri ambientali di crescente intensità.

Anche quest’anno rinnoviamo quindi il tradizionale auspicio: “termini l’anno vecchio con le sue maledizioni, inizi l’anno nuovo con le sue benedizioni”.

L’augurio è che anche la nostra Comunità per l’anno entrante 5782 possa riprendere gradualmente un percorso di ritorno a una situazione quanto più possibile vicina a una vita normale, nella quale la socialità possa riprendere il posto che per un anno e mezzo le è stato sottratto dall’isolamento, o comunque dal distanziamento, al quale siamo stati costretti.

In questo percorso sarà essenziale un rinnovato impegno da parte di tutti a partecipare alla vita comunitaria, nelle modalità in cui ciò sarà possibile, apportando ciascuno il proprio indispensabile contributo di idee e di collaborazione nei tanti diversi ambiti nella quale essa si articola, dalla frequentazione del Beth ha-Keneseth, alle manifestazioni culturali, all’educazione e al migliore funzionamento delle Scuole, al supporto alle attività dei gruppi giovanili, all’assistenza alle persone più fragili e bisognose di aiuto, alla strenua difesa delle libertà democratiche contro ogni ritorno di pulsioni razziste e antisemite, alla riaffermazione del diritto dello Stato di Israele a vivere in pace e in sicurezza, e, infine ma non ultimo, al sostegno economico per gli ingenti oneri finanziari che gravano sulla Comunità per i molteplici e diversificati servizi che essa è tenuta a garantire con continuità ed elevato livello qualitativo ai suoi membri.

A nome del Consiglio e mio personale rivolgo agli Ebrei torinesi il più sentito augurio di Shanah tovah u-metukah, per un anno che possa essere veramente di pace, serenità e buona salute per tutti noi.

Dario Disegni

 

Comunicazioni dalla biblioteca

La biblioteca sarà aperta mercoledì 1 settembre. Chi necessita di accedere alla biblioteca in altri giorni per consultazioni o richieste di volumi in prestito può contattarci scrivendo all’indirizzo e-mail to0306@biblioteche.reteunitaria.piemonte.it per prendere un appuntamento. È necessario esibire il green pass.

Dalla Scuola

Si ringrazia sentitamente la Famiglia Levi che, in onore di Tullio Levi z’l, ha raccolto un importante contributo che ha permesso alla Scuola di rinnovare le dotazioni informatiche.
Si ringrazia la famiglia Mosseri per aver indirizzato alla Scuola una donazione a sostegno degli alunni in difficoltà. Behazlachà per il loro trasferimento a Roma.