Le sfide che ci attendono: l’impegno del nuovo Consiglio

Dallo scorso 7 aprile la Comunità ha un nuovo Consiglio, composto da sei esponenti di quello appena scaduto e da sette nuovi membri, di cui tre alla prima esperienza nella conduzione dell’Ente. Un mix ottimale, che può contare su competenze frutto di storie professionali e di interessi diversi, che bene si amalgano fra di loro e che riflette altresì un perfetto equilibrio tra le due liste che si sono confrontate in una campagna elettorale ad un tempo serena e proficua.

Come è stato sottolineato nell’Assemblea di presentazione del consuntivo dell’esercizio 2018, nello scorso quadriennio sono stati ottenuti importanti risultati nel risanamento delle finanze comunitarie, grazie a operazioni immobiliari e a importanti contributi acquisiti, così come nella riorganizzazione della struttura e negli avvicendamenti in alcune delle figure apicali, nonché nell’affidamento dei lavori e degli incarichi professionali, ispirato a criteri di assoluta trasparenza, interventi tutti che hanno consentito di realizzare significativi incrementi di efficienza, riduzione di costi e recupero di crediti e morosità da parte degli iscritti. Sono state quindi poste le basi per poter affrontare con maggiore tranquillità, o comunque con minore ansia, le grandi sfide che ci attendono sia sul fronte interno che su quello esterno.

Sotto il primo profilo la priorità strategica del nuovo Consiglio sarà indirizzata al coinvolgimento nella vita comunitaria degli iscritti, molti dei quali manifestano una crescente disaffezione, le cui ragioni andranno analizzate a fondo e a cui occorrerà cercare di porre rimedio mediante l’attuazione di una politica di accurato ascolto dei bisogni e la proposizione di un’offerta di servizi cultuali, sociali, culturali, educativi e assistenziali in grado di fornire una risposta, di elevata qualità, in grado di soddisfare le esigenze di tutti.

Naturalmente le fasce verso le quali sarà diretta la maggiore attenzione saranno quelle rappresentate dai giovanissimi, dai ragazzi che terminano le scuole medie, dai giovani studenti universitari o all’inizio della vita lavorativa, nonché dai young adults, trentenni e quarantenni, la cui partecipazione è su livelli minimi e che dovranno iniziare a impegnarsi in vista anche di una prossima assunzione delle responsabilità di conduzione della Comunità. Sul fronte esterno le sfide non sono meno pressanti. Stiamo vivendo una situazione socio-politica difficilissima e piena di pericoli, forse non da tutti percepita fino in fondo. Nel clima generale di crescente intolleranza stiamo assistendo con sempre maggiore intensità a fenomeni di antisemitismo, che non vanno sottovalutati, sia nelle forme più tradizionali sia in quelle, più subdole ma non meno inquietanti, di un cosiddetto antisionismo, che altro non è che la negazione del diritto all’esistenza dello Stato d’Israele.

Per questo la Comunità deve ergersi con voce forte e autorevole, sostenuta dall’appoggio massiccio e convinto dei suoi iscritti, come un baluardo, fondato sui valori inalienabili della tradizione ebraica, contro ogni deriva che tenti di rimettere in discussione i diritti all’uguaglianza di tutti e quelle libertà fondamentali conquistate a prezzo di tremendi sacrifici.

Dario Disegni

Libri Maggio

Finché c’è carta e inchiostri c’è speranza : dalle leggi razziali al dopoguerra : memorie di uno scrittore ebreo. – Milano : Mursia, 2019. – 514 p., [16] carte di tav. : ill. ; 21 cm. E.VIII.169

La Meschita : il quartiere ebraico di Palermo / Francesco D’Agostino ; fotografie di Sandro Riotta. – Palermo : Kalós, 2018. – 103 p. : ill. ; 22 cm E.VIII.162

Babij Jar : romanzo-documento / Anatolij Kuznecov ; traduzione di Emanuela Guercetti. – Milano : Adelphi, 2019. – 454 p. ; 22 cm E.VIII.163

Ottant’anni fa le leggi razziali : atti del Convegno, Cuneo, 3 ottobre 2018. – Cuneo : Istituto storico della Resistenza in Cuneo e provincia, 2019. – 299 p. : ill. ; 21 cm. E.VIII.164

Bugiarda / Ayelet Gundar-Goshen ; traduzione di Raffaella Scardi. – Firenze : Giuntina, 2019. – 257 p. ; 21 cm E.VIII.165

Evacuazione / Raphaël Jerusalmy ; traduzione di Fabrizio Ascari. – Milano : La nave di Teseo, 2019. – 126 p. ; 22 cm E.VIII.166

Traccia dei mutamenti / Sayed Kashua ; traduzione dall’ebraico di Elena Loewenthal. – Vicenza : Pozza, 2019. – 239 p. ; 22 cm E.VIII.167

Venezia-Fossoli: direzione Auschwitz : lettere di Cesare Carmi: 1943-1944 / Luciana Laudi. – [Saonara] : il prato, 2019. – 95 p. : ill. ; 23 cm E.VIII.168

Finché c’è carta e inchiostri c’è speranza : dalle leggi razziali al dopoguerra : memorie di uno scrittore ebreo. – Milano : Mursia, 2019. – 514 p., [16] carte di tav. : ill. ; 21 cm. E.VIII.169

Antica e nuova comunità / Martin Buber ; a cura di Gianfranco Ragona. – Parma : Diabasis, 2018. – 120 p. ; 18 cm G.I.263

La memoria contro ogni discriminazione : giorno della memoria 2016 : martedì 26 gennaio 2016 / a c. – Ancona : Assemblea legislativa delle Marche, stampa 2017. – 129 p. : ill. ; 21 cm. D.IV.58

Nessuno ritorna a Baghdad / Elena Loewenthal. – Milano : Bompiani, 2019. – 377 p. ; 23 cm E.VIII.170

 The mystery of the Kibbutz : egalitarian principles in a capitalist world / Ran Abramitzky. – Princeton ; Oxford : Princeton University press, c2018. – VI, 343 p. ; 25 cm G.VII.246

Il Rinascimento parla ebraico / a cura di Giulio Busi e Silvana Greco. – Cinisello Balsamo : Silvana, 2019. – 303 p. : ill. ; 24 cm. E.VIII.172

Comunicazioni dalla Biblioteca

La Biblioteca rimarrà chiusa  giovedì 9 maggio

Apertura uffici al pubblico

Gli Uffici della Comunità sono aperti al pubblico con il seguente orario: Mattino: lunedì-mercoledì-venerdì: 10-12 Pomeriggio: martedì e giovedì: 14.30-17 Gli uffici rimarranno chiusi il 9 maggio