Comunicazioni dalla Biblioteca

La Biblioteca rimarrà chiusa  giovedì 9 maggio

Orario uffici

A parziale rettifica di quanto indicato nel Notiziario, il 22 aprile rimarranno chiusi i soli uffici amministrativi. Resta a disposizione degli iscritti l’Ufficio Rabbinico per assicurare la vendita di prodotti casher-le-Pesach.

La Comunità che consegniamo al prossimo Consiglio

Il bilancio consuntivo dell’esercizio 2018 chiude, per la prima volta da molti anni a questa parte, in avanzo, per la precisione di € 134.876,38, in buona parte, ma non esclusivamente, a motivo delle operazioni straordinarie di alienazione di immobili a Torino (edificio di via Lombroso e due appartamenti in corso Palermo), a Milano (con la chiusura dell’annosa vicenda dell’appartamento di via Tartaglia) e a Genova (con la vendita di un appartamento, che siamo riusciti a effettuare pur in un momento di particolare crisi del mercato immobiliare in quella città).

Occorre infatti rilevare, e lo facciamo con grande soddisfazione, che il risanamento del bilancio comunitario è stato realizzato anche grazie a interventi puntuali di recuperi di efficienza, riorganizzazione degli uffici, riqualificazione e messa a reddito del patrimonio immobiliare, incremento dei contributi da Istituzioni pubbliche e Fondazioni, recupero delle morosità nel pagamento dei tributi degli iscritti, consistente aumento della redditività della Casa di Riposo, per l’occupazione di tutti i posti disponibili e l’adeguamento delle rette degli utenti.

Sono state quindi, a nostro parere, create le condizioni per una futura gestione della Comunità meno problematica e complicata, anche grazie all’anticipata estinzione di una parte del mutuo contratto per i lavori di ristrutturazione della Casa di Riposo e della Scuola.

Con ciò non si intende sostenere che la situazione per il futuro sia rosea, ma certamente minori preoccupazioni sul fronte della sostenibilità dell’ingente spesa necessaria per continuare a garantire un’elevata qualità di tutti i numerosi servizi erogati agli iscritti potranno consentire al Consiglio di dedicare un ancora maggiore impegno sul fronte delle attività culturali, educative, cultuali, sociali, assistenziali, nonché di una ferma e autorevole interlocuzione, oggi più che mai necessaria, con le Istituzioni, le altre confessioni religiose, il mondo dell’associazionismo culturale, l’Università e tutta la cittadinanza.

Con la presentazione del bilancio per l’esercizio 2018 termina il mandato quadriennale del Consiglio uscito dalle urne il 15 marzo 2015.

Consegniamo al nuovo Consiglio che verrà eletto il prossimo 7 aprile una Comunità in uno stato di salute migliore di quello che abbiamo ereditato dalle precedenti Amministrazioni, grazie al forte impegno di tutti i Consiglieri nei loro rispettivi campi di intervento e grazie al lavoro del Segretario e degli Uffici, svolto con competenza e dedizione.

Ma naturalmente, per garantire un futuro promettente alla Comunità, non potrà essere sufficiente l’azione del Consiglio. Occorrerà l’impegno di tutti, ciascuno secondo le proprie possibilità e i propri interessi, per consolidare la nostra casa comune, in modo da corrispondere nel migliore dei modi alle legittime aspettative di coloro che la abitano e che la sentono come una realtà di cui non è possibile fare a meno, soprattutto nel difficile momento che stiamo attraversando.

Dario Disegni

Libri Aprile

Gino Bartali : una bici contro il fascismo / Alberto Toscano ; prefazione di Gianni Mura ; postfazi. – Milano : Baldini+Castoldi, 2019. – 199 p. : ill. ; 21 cm G.VIII.155

Immagine dell’ebreo : stereotipi antisemiti nella cultura romena e dell’Europa centro-orientale / Andrei Oişteanu ; a cura di Horia Corneliu Cicortaş e Francesco Testa. – Livorno : Belforte, 2018. – 901 p. : ill. ; 21 cm E.VIII.156

Inno alla vita : per non dimenticare la shoah / Tilda Rousso. – Livorno : Belforte, 2019. – 149 : ill. ; 21 cm E.VIII.157

Lottare per le nuove verità! : Rosa Luxemburg e il problema del crollo del capitalismo / Franco Baggieri. – Torino : Free Ebrei, 2018. – 162 p. ; 22 cm E.VIII.158

La logica di Adolf Hitler : immaginazione, razionalità, politica / Ben Novak ; a cura di Vincenzo Pinto. – Torino : Free Ebrei, 2019. – 269 p. ; 23 cm  E.VIII.159

Un mondo che non dimentica. La Shoah : dimenticare il passato è come non ricordare il futuro / Israel Cesare Moscati. – Torino : Etica, 2018. – 365 p. : 24 cm. E.VIII.160

Apertura uffici al pubblico

Gli Uffici della Comunità sono aperti al pubblico con il seguente orario:

Mattino: lunedì-mercoledì-venerdì: 10-12

Pomeriggio: martedì e giovedì: 14.30-17

Gli uffici rimarranno chiusi il 22,  25 e  26 aprile

Comunicazioni dalla Biblioteca

La Biblioteca rimarrà chiusa da giovedì 18 aprile alla fine del mese e riaprirà giovedì 2 maggio 2019

Dichiarazione ex L. 124 del 2017

Il sottoscritto DARIO DISEGNI, nato/a TORINO il 15/5/1949, DOMICILIATO PRESSO L’ENTE
in qualità di Presidente /Legale Rappresentante della COMUNITA’ EBRAICA DI TORINO con sede legale in TORINO, P.TTA PRIMO LEVI 12, Tel/Fax 011.6508332, CF 80082830011, PEC comunitaebraicatorino@legalmail.it, e-mail segreteria@torinoebraica.it, Sito web www.torinoebraica.it,
VISTA
la Legge n. 124 del 2017 (Legge annuale per il mercato e la concorrenza), che ha introdotto una serie di obblighi di pubblicità a carico dei soggetti privati che intrattengono rapporti economici con enti pubblici o con enti da questi controllati ai sensi dell’art. 2-bis del D.Lgs. n. 33 del 2013
DICHIARA
che l’Ente di cui è Legale Rappresentante ha ricevuto i seguenti contributi per l’anno 2018:
– contributi da pubblici per complessivi € 154.136,81 (Ente erogatore: Come di Alessandria, Comune di Asti, Comune di Acqui Terme, Comune di Torino, Regione Piemonte), su specifici progetti presentati e per spese correnti (ristrutturazione sinagoghe e cimiteri presenti su territorio);
– contributo 5 per mille, € 15.671,87;
– contributo da Az, Sanitaria Locale Città di Torino (ex Az. 1, ex Az. 2), da Az, Sanitaria Locale città di Cirè-Chivasso e Ivrea, e da Comune Torino (Servizio Anziani e Tutele) per complessivi € 298.813,39 per copertura/integrazione degenti presso Casa di Riposo;
– contributo MIUR per attività scolastiche, € 240.143,72;
– contributo Legge 15, (ripartizione della quota dell’otto per mille dell’IRPEF a diretta gestione statale dell’anno 2016) € 304.639,17 per opere di ristrutturazione della Sinagoga di Alessandria
Torino 28 febbraio 2019
Il Presidente
Dario Disegni

Libri Marzo

Il significato dei sacrifici nell’ebraismo / [Chaim Magrizos]. – Torino : Amicizia Ebraico-Cristiana, 2018. – 39 p. ; 21 cm G.VI.247

In viaggio : dentro al cono d’ombra / Sara Valentina Di Palma, Stefano Bartolini (a cura di). – Pistoia : Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea ; Livorno : Salomone Belforte,. – 199 p. : ill. ; 21 cm E.VIII.118

Finché c’è musica : romanzo / Sarah Barukh ; traduzione di Enrica Budetta. – Milano : Mondadori, 2018. – 317 p. ; 22 cm E.VIII.119

Itinerario (Sefer massa’ot) / Binyamin da Tudela ; a cura di Giulio Busi. – Firenze : Giuntina, 2018. – 129 p. ; 21 cm E.VIII.120

“Non mostratevi dalla finestra!” : la storia della Catlinin che non volle voltarsi dall’altra parte. – Trino : Comune di Trino, 2019. – 53 p. : ill. ; 23 cm. G.VII.240

Perché scrivere? : saggi, conversazioni e altri scritti : 1960-2013 / Philip Roth ; traduzione di Norman Gobetti. – Torino : Einaudi, 2018. – VIII, 450 p. ; 23 cm G.VII.241

La speranza di un bacio ci ha salvato : sopravvissuti insieme ad Auschwitz, una testimonianza / Rap. – Milano : Tre60, 2019. – 289 p., [2] c. di tav. : ill. ; 21 cm G.VII.244

Prima del buio / Hans Joachim Schädlich ; traduzione di Silvia Albesano. – Milano : U. Guanda, 2019. – 188 p. ; 22 cm G.VII.243

 L’ebreo emancipato : attualità dell’antisemitismo in Europa / Bruno Karsenti. – Bologna : EDB, 2019. – 56 p. ; 17 cm G.I.248

Non mi sono mai arreso : Bruno Segre, una vita da resistente / Nico Ivaldi ; prefazione di Alberto Sinigaglia. – Torino : Il punto-Piemonte in bancarella, 2018. – 237 p. : ill. ; 21 cm. G.VII.235

La Menorà : culto, storia e mito / mostra a cura di = exhibition curated by Alessandro Di Castro, F. – Milano : Skira, 2017. – 375 p. : ill. ; 28 cm. E.VII.117

Charlotte Salomon : i colori dell’anima / testi di Ilaria Ferramosca ; disegni di Gian Marco De Francisco. – [Padova] : BeccoGiallo, 2019. – 122 p. : fumetti ; 24 cm. e.VIII.121

Stella / Takis Würger ; traduzione di Nicoletta Giacon. – Milano : Feltrinelli, 2019. – 182 p. ; 22 cm E.VIII.122

Hitler’s American model : the United States and the making of Nazi race law / James Q. Whitman. – Princeton ; Oxford : Princeton University press, 2017. – VIII, 208 p. : ill. ; 23 cm E.VIII.123

 57: All’ombra di Dio : politica nella Bibbia ebraica / Michael Walzer. – Brescia : Paideia, 2013. – 195 p. ; 23 cm E.III.37.57

Dario : le stesure originali / Anne Frank ; introduzione di Alberto Cavaglion ; traduzione di Anton. – Milano : Mondadori, 2019. – 501 . ill. ; 20 cm E.VIII.125

Come e perché ho deciso di essere ebreo / Oliver Durand. – Aprilia : NovaLogos, 2019. – 217 p. ; 21 cm E.VIII.126

 Il mostro della memoria / Yishai Sarid ; traduzione dall’ebraico di Alessandra Shomroni. – Roma : E/O, 2019. – 135 p. ; 21 cm E.VIII.127

Auschwitz non vi avrà : una famiglia di ebrei italiani in fuga dalla persecuzione nazifascista / Gu. – Cinisello Balsamo : San Paolo, 2018. – 187 p., [16] p. di tavole : ill. ; 23 cm. E.VIII.128

Chiamerò la polizia / Irvin D. Yalom, Robert L. Brent ; traduzione di Serena Prina. – Vicenza : N. Pozza, 2018 (stampa 2019). – 78 p. ; 18 cm G.I.253

Il mondo sapeva : la Shoah e il nuovo millennio : discorso dalla Svizzera / Elie Wiesel ; traduzion. – Firenze : Giuntina, 2019. – 76 p. ; 19 cm. G.I.254

Di chi è Anne Frank? / Cynthia Ozick ; traduzione di Chiara Spaziani. – Milano : La nave di Teseo, 2019. – 77 p. ; 17 cm G.I.255

Schiene dritte : storie di Shoah e deportazione tra Torinese e Cuneese / Gian Vittorio Avondo, Claudio Rolando. – [Perosa Argentina] : LAR, 2018. – 125 p. : ill. ; 24 cm G.VI.251

Il viaggiatore / Ulrich Alexander Boschwitz ; a cura e con una postfazione di Peter Graf ; traduzione di Marina Pugliano e Valentina Tortelli. – Milano : Rizzoli, 2019. – 285 p. ; 24 cm E.VIII.132

 L’ebraismo come scienza : cultura e politica in Leopold Zunz / Giuseppe Veltri, Libera Pisano. – Torino : Paideia, 2019. – 158 p. ; 24 cm. E.VIII.133

Catene incantate : tecniche e rituali nella mistica ebraica / Moshe Idel ; a cura di Emma Abate e Maurizio Mottolese. – Brescia : Morcelliana, 2019. – 310 p. ; 23 cm E.VIII.134

Persone che potresti conoscere / Joann Sfar ; traduzione di Tommaso Gurrieri. – Firenze : Clichy, 2019. – 269 p. ; 21 cm E.VIII.135

La scuola dei giusti nascosti : romanzo / Marcello Kalowski. – Nardò : Salento books, 2019. – 145 p. ; 21 cm E.VIII.136

La scuola dei giusti nascosti : romanzo / Marcello Kalowski. – Nardò : Salento books, 2019. – 145 p. ; 21 cm G.VIII.137

 I bambini di Sion : il viaggio più lungo / Henryk Grynberg ; traduzione a cura di Freancesca Mondani e Marcin Wyrembelski. – [Ghezzano, San Giuliano Terme] : Felici, 2019. – 245 p. ; 19 cm G.I.256

Breve storia della questione antisemita / Roberto Finzi. – Milano : Bompiani, 2019. – 235 p. ; 20 cm. G.I.257

Indietro non si torna / Shulem Deen. – [Bologna] : Damiani, 2019. – 349 p. ; 21 cm E.VIII.138

Liliana Segre. Il mare nero dell’indifferenza / a cura di Giuseppe Civati. – Gallarate : People, 2019. – 156 p. ; 21 cm E.VIII.139

La cadenza d’inganno / Marco Cima. – Torino : Nautilus, 2018. – 434 p. ; 21 cm E.VIII.140

Variazioni Rumkowski: Primo Levi e la zona grigia / Martina Mengoni. – Torino : Zamorani, 2018. – 61 p. ; 21 cm. E.VIII.141

Breve guida all’ebraismo per operatori di polizia / UCEI. – [S.l.] : [s.n.], 2018 (Roma : Tipografia della Direzione centrale della polizia criminale). – 36 p. : ill. ; 24 cm. E.VIII.142

Da Mantova alla Svizzera. In fuga per la salvezza / Corrado Vivanti, Clelia Della Pergola ; a cura di Alessandro Vivanti;  Silvio Zamorani, 2019. – 86 pp. : ill. ; 21 cm. G.VI.252

 Un piccolo grande uomo : microstoria familiare nella tempesta della shoah / Daniela Sarfatti. – Livorno : Belforte, 2019. – 105 p. : ill. ; 21 cm G.VI.253

La barzelletta ebraica : un saggio con esempi (meno saggio, più esempi) / Devorah Baum. – Torino : Einaudi, 2019. – 135 p. ; 19 cm G.I.258

Una giornata della memoria, 364 giornate dell’indifferenza : mutazioni, manipolazioni e camuffamenti dell’antisemitismo / Federico Steinhaus. – Bolzano : Raetia, 2019. – 181 p. : ill. ; 24 cm E.VIII.144

174517 : deportato: Primo Levi / Franco Portinari, Giovanna Carbone. – Molfetta : Edizioni La meridiana, ©2019. – 90 p. : fumetti ; 24 cm. E.VIII.145

Il movimento di Riforma nel contesto dell’Ebraismo contemporaneo : la presenza in Italia / Bruno Di Porto. – Firenze : Pontecorboli, [2018]. – 151 p. ; 21 cm E.VIII.146

Il grande mediatore : Tranquillo Vita Corcos, un rabbino nella Roma dei papi / Marina Caffiero. – Roma : Carocci, 2019. – 155 p. : ill. ; 22 cm E.VIII.147

Esercizi di sepoltura di una madre / Paolo Repetti. – Milano : Mondadori, 2019. – 159 p. : ill. ; 23 cm E.VIII.148

Fiabe e leggende ebraiche di Venezia e del resto del mondo / a cura di Laura Simeoni. – Vittorio Veneto : De Bastiani. – 117 p. :ill. ; 23 cm E.VIII.149

Il maestro della cabala : vita di Gershom Scholem / David Biale. – Roma : Carocci, 2019. – 211 p. ; 23 cm E.VIII.150

La brigata ebraica / Marvano. – Milano : Mondadori Comics, 2019. – 149 p. : fumetti ; 29 cm E.VIII.151

Auschwitz / Pascal Croci. – Milano : Mondadori Comics, 2019. – 95 p. : fumetti ; 29 cm. E.VIII.152

David Cassuto : due mondi / a cura di Yair Varon. – Firenze : Edifir, 2017. – 295 p. : ill. ; 22 x 23 cm E.VIII.153

 Il mosaico della memoria : omaggio a Giacoma Limentani / Valentina Bernardi … [et al.] ; a cura di Adriana Chemello. – [Roma] : Iacobelli, 2017. – 129 p. ; 18 cm G.I.260

Trasmissione della Memoria: un impegno civile

Nell’anno appena trascorso e nei primi mesi di quello corrente, in tutto il Paese, ma in modo speciale a Torino, si sono svolti convegni e seminari, pubblicati libri, realizzati film e documentari, mostre, programmi educativi nelle scuole per ricordare gli ottant’anni dalla promulgazione delle infami leggi razziste.

Macchia indelebile nella storia del nostro Paese, quelle leggi, ideate e scritte di pugno da Mussolini e firmate dal Re Vittorio Emanuele III, che rinnegava in tal modo quei diritti di uguaglianza concessi  a tutti i “regnicoli” nel 1848 dal suo antenato Carlo Alberto,  “trovarono – come ha sottolineato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella – a tutti i livelli delle istituzioni, della politica, della cultura e della società italiana connivenze, complicità, turpi convenienze, indifferenza”.

Quella “indifferenza”, che la Senatrice Liliana Segre ha voluto fosse riportata a caratteri cubitali quale monito perenne contro un atteggiamento insidioso e carico di pericoli, ieri come oggi, sul muro del Binario 21 della Stazione Centrale di Milano, dal quale partivano i convogli per i campi di sterminio, divenuto oggi sede del Memoriale della Shoah.

Per ottant’anni nel nostro Paese il tema delle leggi razziali e della corresponsabilità delle istituzioni e di una parte della società (a parte qualche lodevole e qualificata attività di ricerca e convegnistica, rimasta però confinata all’interno della ristretta cerchia degli studiosi della materia) è stato sostanzialmente rimosso o comunque percepito in versione estremamente edulcorata dall’opinione pubblica, che ha in tal modo evitato di fare i conti con un passato scomodo, come ben più coraggiosamente ha fatto, ad esempio, la Germania.

Soltanto in questi mesi, per la prima volta, abbiamo assistito a un diffuso riconoscimento di quella pagina buia nella storia nazionale, che, con la negazione dei diritti, isolò dal resto della società i cittadini ebrei, aprendo la strada al dramma della deportazione e dello sterminio, ovvero alla negazione delle vite.

In questo 2019 ricorderemo poi, nel centenario della nascita, l’alto insegnamento che ci ha lasciato Primo Levi, di cui abbiamo ascoltato con intensa emozione lo scorso 21 febbraio la lettura di alcune pagine di straordinaria pregnanza e attualità, in una delle baracche del campo di Fossoli, da dove esattamente 75 anni orsono partirono i convogli diretti ad Auschwitz.

“Per noi parlare con i giovani – scriveva Primo Levi nella pagina conclusiva de “I sommersi e i salvati” –  è sempre più difficile. Lo percepiamo come un dovere, ed insieme come un rischio: il rischio di apparire anacronistici, di non essere ascoltati. Dobbiamo essere ascoltati: al di sopra delle nostre esperienze individuali, siamo stati collettivamente testimoni di un evento fondamentale ed inaspettato, fondamentale appunto perché inaspettato, non previsto da nessuno. E’ avvenuto contro ogni previsione; è avvenuto in Europa; incredibilmente, è avvenuto che un intero popolo civile, appena uscito dalla fervida fioritura culturale di Weimar, seguisse un istrione la cui figura oggi muove al riso; eppure Adolf Hitler è stato obbedito ed osannato fino alla catastrofe. É avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire”.

Oggi che i testimoni della tragedia delle leggi razziste e della Shoah stanno purtroppo scomparendo uno dopo l’altro, spetta a noi trasmetterne la memoria, non solo negli anniversari o il 27 gennaio, ma 365 giorni l’anno, soprattutto alle giovani generazioni, ignare di quell’orrendo passato o facile preda di una velenosa narrazione distorta, che si sta propagando a macchia d’olio, specie nei social media.

Trasmettere la memoria assume quindi il profondo significato di richiamare tutti a un indifferibile, oggi più che mai necessario, impegno civile e morale contro l’inquietante ripresa e il virulento sviluppo di  fenomeni di intolleranza, razzismo,  antisemitismo (spesso mascherato da un cosiddetto antisionismo), xenofobia, odio per tutti i diversi, a cui assistiamo sbigottiti in tutto il mondo, in Europa e nel nostro Paese.

Un impegno, come la Comunità Ebraica insieme a quella Valdese ha inteso ribadire nelle manifestazioni delle scorse settimane, in ricordo dell’emancipazione del 1848, e come è apparso nella scritta a caratteri cubitali che ha illuminato la Mole Antonelliana, che ci deve vedere in prima linea “per i diritti di tutti”.

Dario Disegni