Bando per la ricerca di un assistente sociale

La Deputazione Ebraica di Assistenza e Servizio Sociale di Roma cerca una persona con il titolo di Assistente Sociale per ricoprire il suddetto ruolo.
I requisiti indispensabili per partecipare al presente Bando sono:
– Iscrizione ad una Comunità Ebraica
 laurea triennale in Servizio Sociale e/o
 laurea specialistica in Servizio Sociale
 iscrizione all’Ordine degli Assistenti Sociali

Saranno oggetto di attenta analisi e valutazione:
 precedenti esperienze nell’ambito del Servizio Sociale (documentate)
 precedenti esperienze in altri contesti lavorativi
 buona conoscenza dell’inglese
 buone capacità di relazione
 conoscenza dei programmi base del PC
Inquadramento: Ruolo Assistente Sociale secondo normativa vigente.

Le domande, corredate del Curriculum Vitae e della documentazione relativa ai requisiti richiesti, dovranno pervenire entro il 15 Gennaio 2019 al seguente indirizzo: Commissione Bando Assistenti Sociali
Deputazione Ebraica di Assistenza e Servizio Sociale
Viale Trastevere, 60 00153 Roma

Viaggio in Israele

Il Gruppo Sionistico Piemontese organizza un viaggio in Israele che si terrà nelle settimana dal 10 al 17 marzo. Si incontreranno comunità e personalità cacciate dai paesi arabi tra il 1948 e il 1967. I professori Georges Bensoussan, di origini marocchine, e David Meghnagi, di origini libiche, accompagneranno il gruppo che sarà guidato da Angela Polacco.

Per informazioni contattare Emanuel Segre Amar all’indirizzo segreamar@gmail.com

viaggio in Israele marzo 2019

 

 

Nuovi Ingressi in Bibiloteca: Dicembre 2018

Ci chiesero di chiudere un occhio, ne chiudemmo due : il contributo dei cantieri navali di Porto Ve. – [S.l. : s.n.], 2018 (Cremona : Fantigrafica). – 183 p. : ill. ; 24 cm G.VII.207

Diario di Sonja : fuga e aliyah di un’adolescente berlinese (1941-1946) / Sonja Borus ; a cura di Klaus Voigt. – Bologna : Il mulino, 2018. – 201 p. : ill. ; 22 cm G.VII.208

La ragazza cancellata / Bart Van Es ; traduzione di Elisa Banfi. – Milano : Guanda, ©2018. – 287 p. : ill. ; 22 cm G.VII.209

Alberto Ottolenghi : diario di un infante nella guerra 1915-1918 / [a cura di Michele Calandri]. – Cuneo : Istituto storico della Resistenza in Cuneo e provincia, 2018. – 347 p., [8] carte di tavole : ill. ; 21 cm. G.VII.210

Cosa avrei potuto fare? : storie di ebrei in Valle Camonica tra fuga e Resistenza / Serena Furloni,. – Roccafranca (BS) : Compagnia della stampa Massetti Rodella, 2016. – 213 p. : ill. ; 18 cm G.I.235

Qual è la via del vento / Daniela Dawan . – Roma : E/O, 2018. – 239 p. ; 21 cm G.VII.211

L’affare Vivaldi / Federico Maria Sardelli. – Palermo : Sellerio, 2015. – 294 p. ; 17 cm. G.I.236

I cristiani e le Scritture di Israele / Adriana Destro … [et al.] ; a cura di Brunetto Salvarani. – Bologna : EDB, 2018. – 128 p. ; 18 cm G.I.237

In principio, confusione e paura / Aharon Reuveni ; traduzione di Luca Colombo ; prefazione di Elena Loewenthal. – Torino : Einaudi, 2018. – XIII, 196 p. ; 21 cm G.VII.213

Storia degli ebrei di Roma : dall’antichità al 20. secolo / Riccardo Calimani. – Milano : Mondadori, 2018. – 1141 p. ; 23 cm G.VIII.107

Ebraismo e antisemitismo nella società italiana : una storia discontinua / a cura di Liana Novelli Glaab. – Frankfurt am Main : Biblioteca italiana, 2018. – IX, 313 p. ; 23 cm G.VII.212

Gerusalemme : biografia di una città / Simon Sebag Montefiore. – Milano : Mondadori, 2018. – 798 p., [16] carte di tav. : ill. ; 25 cm. E.VIII.108

Antigiudaismo : la tradizione occidentale / David Nirenberg ; traduzione di Giuliana Adamo e Paolo Cherchi. – Roma : Viella, 2016. – 442 p. ; 23 cm G.VII.215

La questione ebraica in un pontificato globale : Pio XI fra antigiudaismo, antisemitismo e totalitarismo / Filippo Tedeschi. – Torino : [s.n.], 2018. – 70 p. ; 30 cm.

Il mio romanzo familiare : le donne, i cavallier, l’arme, gli amori … ; [prefazione di Aldo Cazzullo] / Stella Bolaffi Benuzzi. – [S.l.] : Golem, 2018. – 167 p. ; 21 cm

Relazioni familiari nel diritto interculturale / a cura di Ilaria Zuanazzi, Maria Chiara Ruscazio. – Tricase : Libellula, 2018. – 442 p. ; 21 cm

E alla fine non rimase nessuno : storia degli ebrei di Marcaria, San Martino dall’Argine, Gazzuolo. – Mantova : Istituto mantovano di storia contemporanea, 2017. – 165 p. : ill. ; 24 cm

L’altro : una storia mediorientale / Marina Ergas. – Roma : Europa, 2018. – 175 p. ; 21 cm. G.VII.216

Dumià / Marina Ergas ; a cura di Natalia Cascio. – Roma : Europa, 2018. – 213 p. ; 21 cm. G.VII.217

Finché morte non sopraggiunga / Amos Oz ; traduzione di Elena Loewenthal. – Milano : Feltrinelli, 2018. – 142 p. ; 22 cm G.VII.218

 Gli architetti di Auschwitz : la vera storia della famiglia che progettò l’orrore dei campi di conc. – Roma : Newton Compton, 2018. – 320 p., [4] c. di tav. : ill. ; 24 cm

Quel giorno, quell’anno / Antonio Debenedetti ; con scritti di Anna Folli e Gian Antonio Stella. – Milano : Solferino, 2018. – 117 p. ; 19 cm G.I.239

100 punti di ebraicità (secondo me) / Anna Segre. – Roma : Elliot, 2018. – 79 p. ; 18 cm. G.I.240

In Israele / Fiamma Nirenstein ; con due testimonianze di Vittorio Dan Segre. – [Milano] : Società Europea di Edizioni : Il Giornale, 2018. – 109 p. ; 19 cm G.I.241

 Il registro : la cacciata degli ebrei dallo Stato italiano nei protocolli della Corte dei Conti 193. – Bologna : il Mulino, 2018. – 339 p. ; 21 cm. G.VII.220

Il figlio del rabbino : Lodovico Mortara, storia di un ebreo ai vertici del Regno d’Italia / Massimiliano Boni. – Roma : Viella, 2018. – 304 p. ; 21 cm G.VII.221

Un impegno controcorrente : Umberto Terracini e gli ebrei (1945-1983) / Marta Nicolo. – Torino : Silvio Zamorani editore, 2018. – 181 p. ; 21 cm G.VII.222

Studi sul pensiero politico israeliano / a cura di Fania Oz-Salzberger, Yedidia Z. Stern ; prefazione di Gad Lerner. – Marzabotto : Zikkaron, 2018. – XXVIII, 356 p. ; 23 cm E.VIII.111

Gli ebrei del mondo arabo : l’argomento proibito / Georges Bensoussan ; traduzione di Vanna Lucattini Vogelmann. – Firenze : Giuntina, 2018. – 171 p. ; 20 cm G.I.242

Il giardino che non c’è / Dani Karavan. – [Milano] : Electa : [Ferrara] : MEIS, 2018. – 79 p. : fotografie ; 18 cm.G.I.238

Espulsioni immediate : l’Università di Torino e le leggi razziali, 1938 / Valeria Graffone. – Torino : Zamorani, 2018. – 164 p. : ill. ; 21 cm G.VII.223

 Talmud babilonese : 9: Trattato Ta’anit (Digiuno) / curatore Michael Ascoli. – Firenze : Giuntina, 2018. – XXXVII, 331 p. : ill. ; 31 cm. 

Il codice Maimonide e i Norsa: una famiglia ebraica nella Mantova dei Gonzaga : banche libri quadri. – Roma : Ministero per i Beni e le Attività Culturali, 2018. – 82 p. . ill. ; 24 cm

Notte / Edgar Hilsenrath ; traduzione di Roberta Gado ; postfazione di Paola Del Zoppo. – Roma : Voland, 2018. – 573 p. ; 21 cm G.VII.224

L’Italia racconta Israele / a cura di Mario Toscano. – Roma : Viella, 2018. – 215 p. ; 21 cm G.VII.225

L’Italia racconta Israele : 1948-2018 / a cura di Mario Toscano. – Roma : Viella, 2018. – 215 p. ; 21 cm

Premio Interfedi 2018 – Comunicato stampa

 

PREMIO INTERFEDI PER IL RISPETTO DELLE MINORANZE E PER LA LAICITÀ
AL 36° TORINO FILM FESTIVAL
Festeggia quest’anno la sua sesta edizione il Premio Interfedi, “Premio per il rispetto delle
minoranze e per la laicità”, che la Giuria Interfedi assegnerà all’interno del 36° Torino Film Festival
(23 novembre – 1 dicembre 2018).
Il riconoscimento, istituito nel 2013 per iniziativa della Chiesa Valdese e della Comunità Ebraica di
Torino, minoranze religiose storiche italiane, con l’adesione del Comitato Interfedi della Città di
Torino, intende premiare film che contribuiscono a dare voce a tutti i tipi di minoranze,
promuovendone il rispetto, il riconoscimento dei diritti, l’integrazione, il superamento delle
discriminazioni, e che al contempo affermano i valori della laicità, della cultura della tolleranza, del
rispetto dell’autonomia, della libertà e della responsabilità individuali.
Nel corso di questi anni, i temi ed i valori verso i quali il Premio vuole richiamare l’attenzione sono
risultati sempre più attuali e importanti quanto più gli stessi appaiono oggi messi in discussione.
Di fronte al diffondersi in tutta Europa di politiche di chiusure delle frontiere, atteggiamenti
xenofobi, un crescente clima di intolleranza, l’acuirsi di manifestazioni di razzismo, discriminazioni
del diverso per lingua, etnia, religione, il Premio Interfedi afferma l’accoglienza, la tolleranza, la
condivisione, la solidarietà, il rispetto reciproco, la dignità umana, l’accettazione delle diversità
etniche, culturali e religiose quali fondamenta per una società giusta ed inclusiva, capace di
promuovere l’incontro e lo scambio interculturale e in cui il diritto e la libertà del singolo individuo
(libertà di parola, di culto, di orientamento etico e sessuale) siano preservati.
Il cinema e il linguaggio cinematografico costituiscono un’efficace modalità per comunicare, per esprimere e trasmettere idee, per stimolare riflessioni, per avvicinare mondi lontani e culture
differenti, in un momento di incontro e confronto.
Ad esprimere un messaggio di dialogo tra le religioni e ad affermare la pluralità di fedi e culture
come occasione di arricchimento reciproco, i tre componenti della Giuria Interfedi sono designati,
uno ciascuno, dai tre promotori dell’iniziativa, Chiesa Valdese di Torino, Comunità Ebraica di Torino
e Comitato Interfedi della Città di Torino, che riunisce i rappresentanti di Cristianesimo (cattolici,
protestanti e ortodossi), Ebraismo, Induismo, Islamismo, Buddismo e del mondo mormone.
Nelle precedenti edizioni, il premio Interfedi è stato assegnato a La Plaga di Neus Ballus (2013), Felix
& Meira di Maxime Giroud (2014), Coup de Chaud di Raphaël Jacoulot (2015), Avant les Rues di
Chloè Leriche (2016) e À Voix Haute di Stéphane De Freitas (2017).
Per maggiori informazioni e dettagli sul premio, i film in concorso, sale, date

 

Comunicato_Stampa_Premio_Interfedi_2018

 

“Ancora troppi eventi antisemiti al Campus”

Notte dei cristalli

COMUNICATO STAMPA
GIOVEDI’ NOTTE SINAGOGA ILLUMINATA NELL’80° ANNIVERSARIO
DELLA NOTTE DEI CRISTALLI

Nella notte dal 9 al 10 novembre 1938, utilizzando come pretesto l’assassinio, avvenuto a Parigi il 6 novembre, del diplomatico tedesco Ernst von Rath da parte di un giovane esule ebreo, Hirsch Grynszpan, il regime nazista scatenò in tutta la Germania la furia antisemita contro i luoghi degli ebrei.
Quella notte, chiamata “Notte dei Cristalli” (in tedesco Kristallnacht), furono attaccati e distrutti migliaia tra Sinagoghe, negozi, uffici e abitazioni di ebrei e quasi duecento persone furono uccise, mentre vennero poi avviati nei campi di concentramento circa 30.000 ebrei.
Nell’ottantesimo anniversario di quel tragico evento, per tutta la notte tra giovedì e venerdì (anticipando la data di un giorno per concomitanza del 9 novembre con lo Shabbat), la Sinagoga torinese, così come migliaia di altre in ogni parte del mondo, terrà accese le proprie luci, in ricordo delle luci che furono spente a suo tempo.

Torino, 7 novembre 2018