Fondazione ebraica di studi rabbinici S. Z. Margulies - D. Disegni di Torino

La scuola rabbinica Margulies (oggi intitolata congiuntamente anche a Dario Disegni) è l'erede dell'antico Collegio Rabbinico fondato a Padova nel 1829 da Samuel David Luzzatto, poi trasferito a Roma, a Firenze (dove vi insegnò Shemuel Zevì Margulies), nuovamente a Roma - dove attraversò un periodo di inattività coinciso grosso modo con la seconda guerra mondiale - e infine, appunto, a Torino. L'attività del Collegio si spostò a Torino nel 1952 dopo la morte di David Prato che l'aveva retto dal momento della riapertura a Roma nel 1946: fin dal 1952 fu diretto dal rabbino capo, Dario Disegni, che era per altro stato allievo di Margulies a Firenze (l'attuale "Collegio rabbinico italiano" di Roma è invece un'istituzione creata nel 1955 da Elio Toaff). La sede in Torino della scuola rabbinica era sita in via Lombroso presso l'Orfanotrofio delle Opere Pie Israelitiche. La scuola Margulies continuò l'attività, alla morte del suo fondatore, 1967), sotto la guida dei successori Sergio Sierra, Emanuele Artom, Roberto Colombo e Alberto Somekh (soltanto parte dell'attività di Sierra rientra nell'arco cronologico preso in considerazione dalle carte).
La scuola ebbe sempre particolare importanza nell'ambito dell'educazione ebraica superiore "in concorrenza" soltanto con il Collegio rabbinico di Roma; essa è stata esplicitamente riconosciuta come istituto di istruzione ebraica superiore, insieme appunto al Collegio di Roma, anche nella Legge del 1989, che all'articolo 13 (punto 1) recita: "Sono riconosciuti la laurea rabbinica e il diploma di cultura ebraica rilasciati al termine di corsi almeno triennali dal Collegio Rabbinico Italiano di Roma, dalla Scuola Rabbinica Margulies - Disegni di Torino e dalle altre scuole rabbiniche approvate dall'Unione [oggi l'Unione approva (controlla e in parte amministra) anche la Scuola rabbinica di Milano n.d.r.], a studenti in possesso del titolo di studio di scuola secondaria superiore".